LA FIABA DELL'ELEFANTE BIANCO

Stampa

La favola dell'Elefante Bianco
https://www.facebook.com/TinManPhotography/videos/307040630323067/

 

Tanti, tanti anni fa, o forse qualche giorno fa, ma il tempo e lo spazio non hanno senso nelle favole, c’era un gruppo di elefanti, di vario colore e razza, che si staccò dal branco


 

alla ricerca degli ”Elefanti bianchi”, tanto amati da

 

"Siddharta"

che gli indiani hanno eletto a simbolo sacro del Dio

 

La leggenda, sussurrata dai nonni e dalle nonne nelle notti di plenilunio, racconta che in un lontano paese dell’ Estremo Oriente, alle pendici dell’ Himalaja, esiste una valle, dove abitano alcuni

"Elefanti Bianchi"

che hanno raggiunto la saggezza e l’illuminazione e sono diventati talmente puri, che il loro manto ha assunto una particolare lucentezza,

 

che nelle notti di plenilunio riflette la bianca luce della Luna.


Tanti elefanti erano partiti alla loro ricerca, da soli o in compagnia, per incontrarli e per capire ed imparare come fosse possibile cambiare il colore del proprio manto, ma nessuno era mai tornato, anche perché quando qualcuno raggiungeva quel particolare stato restava nel branco dei saggi elefanti nella valle incantata.


Sembra però che uno di loro sia tornato



ma con l’età abbia perso quel candore bianco, che un giorno aveva trasformato il suo duro pellame


La polvere e la sporcizia che lo ricoprono tengono infatti nascosta la sua vera natura.


Si è nascosto in una stretta valle in mezzo alle Alpi, al confine tra l’Italia e la Svizzera e si chiama L E O, come il personaggio di Hermann Hesse.



- Hermann Hesse: Pellegrinaggio in Oriente. Ediz. Adefphi

Molti elefanti partono alla ricerca della valle incantata e dell’ultimo elefante bianco, di cui si è persa ogni traccia


Il branco ogni giorno si riduce di qualcuno, stufo e stanco di quest’inutile ricerca, ma gli altri vagano nelle valli nelle notti di plenilunio, sperando di incrociare quel Suo strano bagliore perché in quel preciso momento e solo per un istante...



 

un brevissimo attimo, nel cielo, compare un arco di luce e l’indomani, alle prime luci dell’alba, sui tetti delle case della valle dove si nascondeva l’elefante bianco appaiono due bellissimi arcobaleni, si sente il canto dei galli ed il vagito di un bimbo appena nato.

 

“Il pellegrinaggio verso Oriente....... continua.......”


Giovanni Salvati

Cuore a Cuore


Un uomo non può cambiare il mondo
ma può diffondere
un messaggio  
che può cambiare il mondo